Come organizzare il guardaroba dei bambini

Mamma Alessia ci insegna a mantenere ordinato l’armadio e il guardaroba dei bimbi.

Per organizzare l’armadio dei bambini vi consiglio di tenere sempre a mente tre aspetti: la praticità, l’ordine visivo e il cambio stagione. Le parole chiave sono: divisori, scatole, etichette, sacchi sottovuoto e tenacia materna per il mantenimento dell’ordine.

  • I cassetti sono perfetti per contenere l’intimo dei bambini: body, mutandine,canottiere, calzini e pigiamini devono essere per voi comodi e facili da raggiungere. Più vicini sono meglio sarà, soprattutto fino a quando userete il fasciatoio. Vi consiglio inoltre di utilizzare dei divisori, in questo modo eviterete di creare confusione e tutto sarà al suo posto.
  • Ripiani: se i vostri bimbi sono ancora piccoli vi consiglio di posizionare i vestiti alla vostra altezza anche per evitare che appena vi distraete loro tirino fuori tutto. Quando saranno più grandicelli metteteli in posti per loro raggiungibili, così da spronarli all’autonomia. Organizzatevi bene lo spazio a disposizione: una zona per le magliette, una per i pantaloni, una per le felpe e i maglioni. Distingueteli con una bella etichetta generica, stampata o scritta a mano con una o più parole chiave. Questo aiuterà molto quei papà che non hanno troppa dimestichezza con il guardaroba dei bambini.
  • I vestiti da appendere: vi consiglio di acquistare delle grucce tutte uguali come forma, ed eventualmente anche come colore, perché l’uniformità da subito una sensazione di ordine. Ovviamente si parla di grucce per bambini, quindi che hanno un formato più ridotto. Per quanto riguarda gli abiti più particolari che non usate spesso (come gli abiti da bambini per cerimonie), consiglio di lasciarli appesi perché altrimenti si stropiccerebbero inutilmente.
  • Andiamo agli accessori: parliamo quindi di cappellini, guanti, sciarpine. Vi consiglio di tenerli in una scatola che potete tenere dentro o fuori dall’armadio, ad esempio vicino la porta di casa, così potrete prendere ciò che vi serve prima di uscire, ed evitare di far sentire caldo ai piccoli.
  • Scarpe: la conquista delle scarpine è di certo il primo traguardo in termini di autonomia, vi consiglio di posizionarle in un ripiano basso così potranno prenderle e metterle facilmente a posto. Utilizzare dei sacchetti trasparenti è l’ideale.

Infine vi assicuro che è molto importante selezionare e mettere da parte quello che i piccoli potranno utilizzare anche l’anno successivo, come ad esempio quei vestitini più grandi che vi hanno regalato o che magari avete comprato voi in saldo pensando al futuro. Mettete tutto in una scatola e non perdeteli di vista, così non dimenticherete di averli e non replicherete gli acquisti inutilmente. Ora pensiamo ai vestiti che non userete più: vi consiglio di procedere subito ad una selezione. Togliete i capi rovinati, mettete da parte quelli che desiderate prestare ad amici oppure donare a un ente, decidete quali sono i vestiti che volete tenere come ricordo o in previsione di altri bambini.

Una volta fatta questa selezione etichettate il tutto indicando età e stagione. Metteteli in delle buste trasparenti e possibilmente sottovuoto. Riponeteli quindi da un’altra parte dell’armadio o dove preferite, ma non lasciate questa scelta al caso altrimenti esploderete nel mondo dei vestiti per bambini. Spero che questi consigli per organizzare il guardaroba dei bambini siano stati d’aiuto.



>Scopri i prodotti Pampers più adatti al tuo bambino.


Inserisci parola chiave: