DALL'ABBANDONO ALL'INDIPENDENZA

hands

Dalia¹ è una ragazza egiziana, ha 21 anni ed è cresciuta in Italia. Non appena è rimasta incinta della sua bambina, è stata lasciata dal marito che ha deciso di ritornare in Egitto. Ritrovandosi da sola, Dalia è tornata a vivere con i suoi genitori. Ha conosciuto il progetto Fiocchi in Ospedale grazie alla segnalazione del consultorio di zona.

Le operatrici di Fiocchi in Ospedale hanno aiutato Dalia a formulare e inviare la domanda per la preiscrizione al nido della bambina, l’hanno accompagnata agli sportelli dei Servizi Sociali per chiedere il bonus bebè e allo Sportello Legale per avviare la pratica di separazione dal marito.

In occasione della nascita della bambina, Dalia ha ricevuto una dotazione per la fase post parto, con qualche pacco di pannolini, generi per l’igiene del neonato e alcuni abitini. Grazie al dialogo costante con le operatrici di Fiocchi in Ospedale, inoltre, ha deciso di riprendere la scuola e completare l’anno che le mancava per conseguire il diploma.

Dalia è stata anche accompagnata presso lo Spazio Mamme della zona, dove ha potuto avere l’opportunità di frequentare un laboratorio di cucina per imparare a preparare pasti equilibrati da assumere durante il periodo di allattamento e frequentare un corso di cucito, grazie al quale ha imparato un mestiere ed è riuscita a trovare un lavoro che le permettesse di essere autonoma grazie a un piccolo reddito mensile.

¹ Tutti I nomi indicati sono di fantasia per proteggere la privacy delle persone coinvolte.

Pampers

UNA STORIA DI INTEGRAZIONE


Ayan è in Italia da poco e non parla ancora l’italiano. Ha incontrato le operatrici di Fiocchi in Ospedale dopo aver messo al mondo le due sue bambine...

Inserisci parola chiave: