LA FIDUCIA RITROVATA

hands

Adele¹ è già mamma di due bambini ed è nuovamente incinta, stavolta di due gemelli. È originaria del continente americano e in Italia è riuscita ad ottenere il permesso di soggiorno per sé ma non per i suoi bambini e per suo marito. In un momento così complicato si è rivolta al progetto Fiocchi in Ospedale di Save the Children.

Fino all’inizio della gravidanza, Adele era l’unica della sua famiglia ad avere un’occupazione, con un impiego che tuttavia non era sufficiente a sostenere tutta la famiglia. Quando è rimasta incinta dei due gemelli, il contratto non le è stato rinnovato. Le operatrici di Fiocchi in Ospedale le hanno fornito non solo supporto emotivo in una situazione difficile, ma l’hanno anche messa in contatto con i servizi sociali – verso i quali era molto diffidente - per provare a darle un aiuto concreto nella gestione della vita quotidiana.

Grazie a Fiocchi in Ospedale, Adele ha ritrovato lentamente fiducia nel sistema ospedaliero e negli assistenti sociali con cui è stata messa in contatto. La sua famiglia, anche dopo la nascita dei gemelli, ha continuato ad avere supporto: gli operatori del progetto l’hanno aiutata nell’iscrizione a scuola del figlio più grande e hanno supportato il marito nella ricerca di un impiego.

Oggi, insieme, lei e il marito si impegnano con determinazione e tenacia a portare avanti la famiglia, sapendo di poter contare ancora sugli operatori di Fiocchi in Ospedale.

¹ Tutti I nomi indicati sono di fantasia per proteggere la privacy delle persone coinvolte.

Pampers

PIANIFICARE IL FUTURO


Ester è una ragazza di 20 anni che arriva da oltreoceano e vive in Italia da 10 anni. Quando è rimasta incinta non ha avuto subito il supporto...

Inserisci parola chiave: