Calcola il tuo periodo fertile

Usa il calcolatore per scoprire la tua fertilità: inserisci la data della tua ultima mestruazione e la durata media del tuo ciclo. Otterrai così un calendario dei giorni più fertili, cioè quelli in cui sarà più probabile che avvenga l'ovulazione.

In che giorno sono iniziate le tue mestruazioni?

Inserisci una data nel formato gg/mm/aaaa

Quanti giorni passano tra un ciclo e l'altro?

Inserisci un numero compreso tra 0 e 40

Quanti giorni durano le tue mestruazioni?

Inserisci un numero compreso tra 0 e 10

Quali sono i giorni fertili per rimanere incinta?

Se si è alla ricerca di una gravidanza, conoscere quali sono i giorni fertili può essere importante perché è proprio in quei giorni che c’è più probabilità di rimanere incinta. Quando avviene l’ovulazione è sicuramente il momento del ciclo di massima fertilità, ma anche nei giorni precedenti c’è la possibilità di concepire. Infatti non parliamo di un giorno fertile, bensì di giorni fertili o di periodo fertile o ancora di finestra fertile.

Questo perché nei giorni dell’ovulazione, gli spermatozoi possono sopravvivere nel corpo della donna anche fino a 5 giorni. Se a questi si aggiunge il giorno dell’ovulazione, cioè quando l’ovaia rilascia l’ovulo, possiamo dire che la durata del periodo fertile è di 6 giorni. Ovviamente non è una formula scientifica, per questo non c’è l’assoluta certezza che se si hanno rapporti non protetti nei giorni fertili sicuramente ci sarà una gravidanza. Però le probabilità sono sicuramente maggiori.

Quanto dura l’ovulazione

L’ovulazione vera e propria dura un giorno e può avvenire senza che la donna si accorga di niente oppure, in caso di ovulazione dolorosa, potrebbe avvertire qualche fastidio.

Tra i principali sintomi dell’ovulazione troviamo:

  • - Variazione delle secrezioni vaginali: più abbondanti e muco cervicale chiaro con una consistenza che ricorda l’albume d’uovo;
  • - Crampi addominali: simili ai dolori mestruali, in corrispondenza dell’ovaio che si sta preparando ad espellere l’ovulo;
  • - Aumento del desiderio sessuale: la libido sessuale aumenta nei giorni fertili;
  • - Cambiamento della consistenza del seno: più morbido nei giorni che precedono l'ovulazione;
  • - Spotting da ovulazione: perdite ematiche di colore marrone scuro (più raro).

Questi sintomi, se avvertiti, possono aiutare per il calcolo della fertilità. Perché ricordiamo che l’ovulazione è il momento in cui ci sono più probabilità che l’ovulo venga fecondato e che dopo qualche giorno avvenga la nidazione, il momento in cui ha inizio la gravidanza vera e propria, quando cioè nell’utero avviene l’impianto dell’ovulo fecondato.

Perché non riesco a rimanere incinta nel periodo fertile

Avere rapporti non protetti durante il periodo fertile, aumenta sicuramente la probabilità di rimanere incinta ma purtroppo non ne dà la certezza. Questo può dipendere da vari fattori o non dipendere da niente.

Con un ciclo irregolare ad esempio, il calcolo dei giorni fertili è difficile e spesso non si riesce a fare con precisione. In questo caso potrebbe essere utile misurare la temperatura basale per capire con precisione quando avviene l’ovulazione e soprattutto se avviene. Dovrai monitorare la temperatura basale per l’intera durata del ciclo, per vedere quando la temperatura si alza e quindi sapere che l’ovulazione è avvenuta.

Quando si cerca una gravidanza avere difficoltà a rimanere incinta è sicuramente un fattore di stress che può influire negativamente sulla possibilità che questo avvenga. Prendersi una pausa e fissarsi nella mente che i rapporti nei giorni fertili non sono sinonimo di gravidanza sicura può aiutare.