test

Dove richiedere codice fiscale e tessera sanitaria di un neonato?

Scopriamo come richiedere uno strumento fondamentale di identificazione, indispensabile per accedere alle rpestazioni sanitarie.

A cura del legale Pampers

Scopriamo come e dove richiedere codice fiscale e tessera sanitaria, i primi documenti del neonato, strumenti fondamentali di identificazione.

Il codice fiscale è indispensabile per ottenere la tessera sanitaria, documenti necessari per accedere alle prestazioni della Sanità Pubblica e convenzionata

Il codice fiscale è uno strumento di identificazione utilizzato in Italia per l'utilizzo nelle relazioni tra i cittadini, gli enti e le amministrazioni pubbliche, con particolare riferimento alle imposizioni fiscali. Viene rilasciato dall'Ufficio delle Imposte Dirette previa compilazione di un modulo e dietro presentazione di un documento di identità, oltre al certificato di stato di famiglia. Viene rilasciato su richiesta a tutti i cittadini, italiani e stranieri; può essere richiesto dal diretto interessato o dai suoi genitori.
Esistono in circolazione alcuni programmi informatici per il calcolo del codice fiscale sulla base delle informazioni anagrafiche dell'individuo; tuttavia l'unico codice valido è quello rilasciato dall'Agenzia delle Entrate. Pertanto nessun soggetto esterno è autorizzato a produrre programmi per il calcolo o la stampa del codice. Subito dopo la nascita del bambino, i genitori devono provvedere al più presto alla richiesta del codice fiscale per poter ricevere la tessera sanitaria del proprio figlio: si tratta di un documento che attesta l'iscrizione al servizio sanitario nazionale e permette di accedere alle prestazioni della Sanità Pubblica e convenzionata. Viene rilasciata ai cittadini italiani, stranieri nell'ambito dell'Unione Europea o provenienti da paesi extra UE con permesso di soggiorno anche temporaneo o di maternità e loro familiari a carico; la tessera viene inoltre rilasciata agli stranieri in fase di regolarizzazione. A partire dal 1 Gennaio 2006, successivamente all'attribuzione del codice fiscale da parte del Comune o dell'Agenzia delle Entrate, viene inviata automaticamente all'indirizzo di residenza del nuovo nato una tessera sanitaria con scadenza ad un anno dalla data di emissione. In prossimità della scadenza la ASL di competenza provvede ad inviare i dati di assistenza utili per l'emissione di una nuova tessera sanitaria con scadenza normale, ovvero cinque anni dalla data di rilascio. La tessera sanitaria, oltre ad essere lo strumento per usufruire delle prestazioni del servizio sanitario nazionale, ha lo stesso campo di validità del tesserino di codice fiscale, pertanto è possibile utilizzarla in tutti i casi nei quali occorra esibire il codice fiscale stesso.

ARTICOLI CORRELATI

  • A che età è consigliato che il bambino possa dormire nella sua stanza?

    Da quando il bambino può dormire da solo nella sua cameretta senza i genitori?

    Leggi
  • Mio figlio mi chiama per nome

    Lo sviluppo del linguaggio del bambino attraversa fasi di sperimentazione e se chiama mamma e papà per nome non lo fa perché fa confusione con i ruoli dei genit...

    Leggi

Inserisci parola chiave: