Icona Ricerca
Icona utente
Club Pampers Accedi
test

Il bambino deve avere il passaporto?

Secondo le nuove regole per chi viaggia, ogni bambino o minorenne deve avere il passaporto.

A cura del legale Pampers

 Sono cambiate le regole per chi viaggia con i minorenni. Non è più possibile, infatti, iscrivere il bambino sul passaporto di uno dei genitori, ma ogni bambino dovrà avere il proprio documento valido per l’espatrio.

La norma (L. 166/09 G.U. n. 274 del 24 novembre 2009) si è vista necessaria per attuare il regolamento della Comunità Europea CE n. 444/2009 che introduce il principio secondo il quale ogni individuo deve essere dotato del proprio passaporto: Questo aumenterà la tutela dei bambini consentendo di contrastare i fenomeni di sottrazione di minorenni.

 La validità del passaporto varia in base all’età: tre anni per i bambini da zero a tre anni; cinque anni per i bambini dai tre ai diciotto anni. In questo modo, le foto presenti sul documento saranno il più possibile aggiornate rispetto alla crescita del bambino.

 Per i maggiori di dodici anni, si aggiungerà anche la rilevazione delle impronte digitali, pratica che viene effettuata già nelle province attrezzate al rilascio del passaporto biometrico (Grosseto, Potenza, Frosinone, Pescara e Verona).

Anche se in possesso del passaporto, il minore potrà viaggiare solo se accompagnato da uno dei genitori o di altra persona delegata fino al compimento dei quattordici anni.  Coloro che avevano già registrato il proprio bambino sul proprio passaporto potranno continuare ad utilizzarlo fino alla scadenza.

 Per la domanda per il rilascio del passaporto, è possibile rivolgersi alla Questura, all’ufficio passaporti del commissariato di Polizia, alla stazione dei Carabinieri o ufficio comunale. E’ possibile rivolgersi anche presso gli uffici postali, dove però è previsto un costo aggiuntivo per il rilascio.

 Al momento della presentazione della domanda devono essere presenti entrambi i genitori muniti di documento di identità valido, anche se separati, ma che esercitino la patria potestà; entrambi dovranno firmare una dichiarazione di assenso  al momento della presentazione della documentazione.

E’ necessaria anche la presenza del minore, che dovrà essere in possesso di due foto tessera identiche e aggiornate. E’ anche richiesta la ricevuta del bollettino postale attestante il versamento richiesto al momento del ritiro dei moduli e una marca per concessioni governative.

 

ARTICOLI CORRELATI

  • Prevenire incidenti domestici dei bambini

    Come prevenire gli incidenti domestici dei bambini alla scoperta di casa: cadute, ustioni, intossicazioni, folgorazioni.

    Leggi
  • Il dialogo segreto

    Scopriamo insieme come madre e figlio creanop subito un dialogo unico, fin dai primi mesi di gestazione.

    Leggi

Inserisci parola chiave: