Icona Ricerca
Icona utente
Club Pampers Accedi
test

Ogni giorno la stessa favola

I bambini amano riascoltare le stesse storie, fiabe e favole

A cura del fisiatra Paoloni

I bambini amano riascoltare e leggere le loro favole preferite, vedere lo stesso DVD o ascoltare la solita ninna nanna. Mentre la mamma o il papà sono stanchi di ripetere la stessa storia del pinguino e del suo compleanno, sembra invece che il bambino non ne abbia mai abbastanza.
La ripetizione e il riascolto sono utili ai fini dell’apprendimento del linguaggio e per sviluppare la memoria: sicuramente, quando viene letta al bambino la favola per la prima volta, non conosce e non comprende tutte le parole che ascolta e non conosce tutti i nomi delle immagini presenti nel libro. Dopo ogni ascolto, impara una nuova parola, una nuova frase, un nuovo nome, un dettaglio che probabilmente la volta precedente era sfuggito; pertanto c’è sempre un piccolo elemento di novità nella favola.
Anche quando il bambino mostra di conoscere il libro o la storia alla perfezione, tanto da anticipare lui stesso gli eventi che stanno per accadere, questo non vuol dire che bisogna cambiare il libro per il timore che il bimbo si possa annoiare. L'importanza di ascoltare più volte le stesse parole e di vedere le stesse immagini risiede nel senso di sicurezza e di conforto che queste azioni ripetute procurano nel bambino,  anche se per l’adulto tutto questo può risultare noioso. Il mondo per lui è sconfinato, tutto da scoprire; questo può generare ansie e paure, mentre la favola preferita è lì, immutata, con la sua storia che si dipana uguale al giorno prima e lui può anticiparne anche gli eventi perché già li conosce. Si immedesima magari nel bambino o nell’animale protagonista provando le stesse paure, ma sa già che poi tutto si risolverà. Quando il bambino conosce bene la storia, può accadere che decida lui di raccontarla a noi o di “leggersela”, raccontarsela da solo. 
E’ importante che sia il bambino a scegliere la favola da leggere. Spesso scelgono la storia in base alle esperienze che vivono in quella fase. Se ad esempio è reduce da una vacanza, tenderà a cercare storie che coinvolgono viaggi e mezzi di locomozione utilizzati per lo spostamento, oppure se è stato al luna park, sarà attratto dalle storie dove ci sono bambini o animali che vanno sulle giostre. Diventa un modo per rivivere più volte quelle esperienze per lui così importanti e divertenti.
Quando il bambino ha a disposizione un buon numero di libri tra cui scegliere, la sua naturale curiosità lo porterà a voler cambiare la favola da leggere e magari ad eleggere una nuova favola preferita.

ARTICOLI CORRELATI

  • Il sonno dei neonati è diverso da quello degli adulti?

    I bambini dormono in maniera diversa dagli adulti. In particolare poi i neonati ancora non comprendono la differenza tra il giorno e la notte.

    Leggi
  • Perché il bambino si sveglia di nuovo la notte

    Può capitare che i bambini tra il quarto e il settimo mese ricomincino a svegliarsi di notte. Ci sono vari fattori che possono influenzare il sonno dei bambini.

    Leggi

Inserisci parola chiave: