test

Sindrome delle gambe senza riposo

Ne è colpito circa il 26% delle donne in gravidanza durante il terzo trimestre di gestazione

A cura del fisiatra Paoloni

Circa il 26% delle donne in gravidanza può andare incontro, durante il terzo trimestre di gestazione, alla cosiddetta sindrome delle gambe senza riposo. Tale condizione si manifesta generalmente con un disturbo del sonno, un’insonnia per le mamme causata dalla sensazione di doversi muovere in continuazione. I sintomi avvertiti vengono in genere riferiti come “scosse elettriche”, “sensazione di avere delle bollicine nelle vene”, “dolore alle ossa” e coinvolgono per lo più gli arti inferiori e le gambe anche se il tronco e le braccia possono essere colpiti in qualche caso. Tipicamente queste sensazioni si aggravano con il riposo e nelle ore serali, mentre il movimento fa sparire ogni sintomo. Le cause della sindrome delle gambe senza riposo possono essere diverse. In gravidanza, nella maggior parte dei casi, si tratta di una condizione benigna, associata ad una carenza di ferro oppure ad un’anomala secrezione di un neurotrasmettitore fondamentale nella regolazione del movimento, la dopamina, che viene meno immediatamente dopo il parto.
La diagnosi è clinica, non occorrono indagini particolari per confermarla, anche se un prelievo per lo studio dei livelli di ferro nel sangue si rende in genere necessario per impostare la terapia.
Da un punto di vista terapeutico, esistono alcune norme generali da rispettare per stare meglio: le donne in gravidanza dovrebbero regolarizzare gli orari del sonno, coricandosi e svegliandosi sempre alla stessa ora, eventualmente cercando di ritardare l’ora dell’addormentamento. Questo perché la dopamina, come la maggior parte delle sostanze secrete dal nostro corpo, viene prodotta in maniera differente nelle varie ore della giornata. E’ fondamentale, inoltre, consultare il proprio medico di fiducia perché esistono una serie di farmaci la cui assunzione andrebbe evitata durante la gestazione, proprio per ridurre i sintomi. All’occorrenza, inoltre, il medico curante può ricorrere alla somministrazione di terapie farmacologiche specifiche.

Hai bisogno di aiuto per altri disturbi durante la tua gravidanza? Leggi l'articolo di Lines sulla Candida.

ARTICOLI CORRELATI

  • Arriva un bambino! Cosa cambia nella vita quando arriva un figlio?

    Cosa cambia nella vita dei neo genitori con l’arrivo di un bambino? E’ veramente un evento così sconvolgente?

    Leggi
  • Esercizi per il dolore lombare ed il mal di schiena in gravidanza

    Scopri quali esercizi di streching ti possono essere utili per controllare il dolore e rinforzare i tuoi muscoli lombari senza affaticarti.

    Leggi

Inserisci parola chiave: