Club Pampers Accedi
test

Bambino che non parla: ci dobbiamo preoccupare?

Lo sviluppo nel linguaggio è un procedimento complesso e i tempi variano per ogni bambino.

A cura del pediatra Dott. Vincenzo Calia

Lo sviluppo del linguaggio è un fatto molto complesso e, come per tutto ciò che riguarda i bambini, i tempi possono variare anche molto da un soggetto all’altro.

Oggi sappiamo che già a pochi mesi, un bambino che non parla comprende il significato di molte parole.

E con il passare del tempo questa capacità si sviluppa sempre più, fino ad arrivare alle prime parole e alle prime frasi dal significato compiuto (anche se spesso pronunciate in … bambinese).

A volte i genitori sono portati a fare paragoni con fratellini, cuginetti e coetanei e scoprono così che le differenze possono essere notevoli: a parità di età c’è chi chiacchiera continuamente e chi si limita a qualche parolina.

Come facciamo a capire se un bambino che non parla ha qualcosa che non va?

Prima di tutto bisogna valutare se un bambino ci sente bene. Non è difficile per un genitore attento: sobbalza se c’è un rumore improvviso? Si gira se viene chiamato? Balla se sente la musica? Vuole mettere all’orecchio il telefono? Se la risposta a queste domande è “sì”, il bambino sente e quindi sta anche imparando a usare il linguaggio.

La seconda domanda che dobbiamo farci è se il bambino comunica con gli altri. Anche se non parla, interagisce con i genitori, i fratelli o gli amichetti? Gioca con loro? Risponde agli stimoli? Indica gli oggetti che desidera, anche se non ne sa pronunciare il nome? Se ancora una volta la risposta è “sì”, allora vuol dire che sicuramente parlerà.

Quando sentiremo la necessità di consultare uno specialista se un bambino non parla? Quando avremo dei dubbi sulle capacità uditive o relazionali.

Ma questo capita veramente di rado.

ARTICOLI CORRELATI

  • Educare i bambini a fare i compiti

    Aiutare i bambini a trovare il loro metodo di studio e a concentrarsi

    Leggi
  • Bambini in casa, ma sotto controllo

    Per il bambino è importante muoversi in casa, gattonare, camminare ed esplorare. Si può lasciare solo il bambino in casa stando attenti a tenerlo in un ambiente...

    Leggi

Inserisci parola chiave: