Club Pampers Accedi
test

Come organizzare una festa di compleanno per bambini

Feste di compleanno a scuola, feste di compleanno all'asilo...come farle e come organizzarle?

A cura del pediatra Dott. Vincenzo Calia

Comincia a questa età la lunga stagione delle feste di compleanno per bambini; soprattutto per chi va all’asilo il ritmo si intensifica moltissimo e, data l’abitudine che si diffonde di invitare tutta la classe, si arriva anche a frequentare una festa per ciascun compagnetto, cioè 25 l’anno! In qualche caso i bambini fanno addirittura due feste: una festa di compleanno in classe in classe (con torte, patatine fritte, bevande varie e bignè) e una a festa di compleanno a casa (magari con pop corn, aranciate, rustici, panbrioscia e anche spumante - per offrire qualcosa ai genitori). Senza contare la festa di compleannoi in famiglia, con i nonni, i fratelli e gli zii.

Festeggiare è bello e piace a tutti, tuttavia si rischia di spingere i nostri figli verso eccessi poco consigliabili, mettendoli in maniera esagerata al centro del mondo: una posizione che può sembrare piacevole, ma che quasi mai corrisponde alla realtà. Non solo: le megafeste non sono molto divertenti per i bambini stessi e a volte diventano un vero e proprio “tour de force” per i poveri genitori che li devono accompagnare.

Ma poiché una festa deve essere un piacere, ecco qualche consiglio per non farla diventare un dovere.

Una buona regola è quella di invitare alla festa dei propri figli un numero di bambini proporzionale agli anni che si compiono: due bambini alla festa dei due anni, tre a quella dei tre anni ecc. ecc. Naturalmente alla festa saranno presenti genitori, fratelli, zii, nonni, parenti e amici di famiglia. In questo modo, scegliendo gli amichetti “del cuore” si da alla festa un carattere più intimo e familiare, si evitano le riunioni assordanti e faticose, in cui si passa la maggior parte del tempo a cercare di contenere l’esuberanza dei troppi “invitati”.

Il regalo è bello che sia un vero regalo: i genitori con maggior esperienza ricordano la quantità enorme di “regalini” scartati con entusiasmo lì per lì, e poi buttati da una parte e dimenticati. E allora perché non mettere d’accordo più di un invitato e concordare pochi regali, belli e magari anche utili?

E così si spegneranno allegramente le candeline, senza stress.

ARTICOLI CORRELATI

  • Ma è sempre tutta “colpa” dei genitori?

    Come capire se i genitori stanno educando “bene” i figli? Scopriamo la relazione tra il modo di accudire ed il comportamento del bambino.

    Leggi
  • Come reagisce un bambino a un trasloco.

    Il trasloco o i lavori in casa possono essere percepiti dal bambino come una piccola rivoluzione. Comunicando nel modo corretto si può far accettare positivamen...

    Leggi

Inserisci parola chiave: