Club Pampers Accedi
test

Cura dei denti dei bambini

Anche i denti da latte dei bambini hanno bisogno di cura per prevenire le carie.

A cura del pediatra Dott. Vincenzo Calia

Quanti denti! Trattiamoli con cura La maggior parte degli adulti in Italia soffre di carie dentaria, o di disturbi dei denti e delle gengive che da questa derivano. Eppure la carie è la malattia più facile da prevenire: con un minimo di attenzione a ciò che si mangia e con un'igiene orale quotidiana e corretta, i denti si conserverebbero sani per tutta la vita.
I denti, una volta intaccati dalla carie, non solo non guariranno più, come si rimarginano le ferite della pelle, ma anzi continueranno a distruggersi progressivamente. Per l'accumulo dei residui di cibo si forma sui denti uno strato giallognolo aderente: la "placca batterica", chiamata così perché al suo interno si moltiplicano i microbi che, utilizzando lo zucchero contenuto negli alimenti, producono degli acidi capaci di intaccare lo smalto e distruggere il dente.
Tanti anni fa si pensava che i denti fossero inevitabilmente destinati a cariarsi e infine a cascare, come uno strumento che, nel corso della vita, si consuma e si perde.
Oggi sappiamo che non è così: i denti dovrebbero (e potrebbero) resistere sani e forti in bocca per tutta la vita. Un altro pregiudizio molto diffuso è che la carie vada presa in considerazione soltanto quando interessa i denti permanenti e che i denti di latte dei bambini possano essere tranquillamente trascurati. Anche questo è falso: alcuni denti di latte restano in bocca fino a 12 anni dei bambini, la loro carie crea dolore, difficoltà nell'alimentazione e ascessi, e può distruggere il dente fino a rendere necessaria la sua estrazione. Di conseguenza lo spazio che quel dente aveva occupato nella bocca viene progressivamente occupato dai denti vicini e il dente permanente corrispondente può crescere fuori posto.
Qualche consiglio.
Succhiare il ciuccio intinto nello zucchero o nel miele può servire a tenere buoni i bambini piccoli e farli dormire, ma può anche causare la quasi totale distruzione degli incisivi di latte. L'abitudine di dare ai bambini dolci e caramelle fuori dai pasti riempie la bocca di zucchero che resta attaccato ai denti e viene velocemente trasformato in acido dai batteri della placca.
Non trascurate di insegnare ai vostri bambini a lavarsi i denti correttamente.
La pulizia dei denti va fatta immediatamente dopo ciascuno dei pasti principali (colazione, pranzo e cena); la pulizia serale è quella più importante. Lo spazzolino dovrà essere piccolo, con le setole di nylon abbastanza dure, arrotondate sulla punta; il manico sarà dritto. Qualunque dentifricio andrà bene, preferite quelli contenenti fluoro; la quantità di dentifricio da mettere sullo spazzolino sarà piccola, perché i bambini tendono a "mangiarlo".
Insegnate al bambino i movimenti giusti: prima si pulisce la faccia esterna dei denti con movimenti di rotazione dello spazzolino, poi quella interna, sempre ruotando lo spazzolino in maniera che le setole entrino fra un dente e l'altro, infine la "superficie masticatoria". La pulizia dei denti, per essere efficace, deve durare 3 minuti 3 volte al giorno: 9 minuti di tempo che valgono un patrimonio.

ARTICOLI CORRELATI

  • Rischio e prevenzione: dove tirare la linea?

    Per la prevenzione: seguire le indicazioni del proprio medico di fiducia e fare i test necessari e sufficienti a coprire le eventualità più concrete.

    Leggi
  • Gli occhi del tuo bambino

    Come identificare lo strabismo nei bambini: il pediatra può riconoscere l'occhio pigro con semplici test

    Leggi

Inserisci parola chiave: