Icona Ricerca
Icona utente
Club Pampers Accedi
test

Indici di crescita del bambino

I parametri per valutare la crescita del bambino: peso, statura e circonferenza cranica.

A cura del pediatra Dott. Vincenzo Calia

Gli indici più comunemente utilizzati per valutare l'adeguatezza dell'accrescimento di un bambino sono rappresentati dai seguenti parametri: peso, altezza e circonferenza cranica (relativamente ai primi due anni di età).
Il peso - nei primi giorni di vita avviene il calo fisiologico, con una perdita di peso di circa il 5-10% del peso alla nascita, successivamente al quale inizia il recupero ponderale. Nel periodo del lattante, il peso aumenta in modo considerevole con un incremento medio giornaliero di 25-30 grammi nel primo trimestre(circa 200 grammi per settimana), di 20-25 grammi nel secondo trimestre, di 15-20 grammi nel terzo trimestre e di 10-15 grammi nel quarto trimestre di vita. Ciò comporta che il lattante raddoppia il proprio peso della nascita a circa 5 mesi e lo triplica all'anno. Alla fine del secondo anno di vita un bambino normale quadruplica il peso che aveva alla nascita. Successivamente, e fino agli 8-9 anni, il ritmo di crescita ponderale non è più così marcato e rimane prevalente nei maschi rispetto alle femmine. Una buona regola mnemonica che consente di derivare il peso appropriato per una età dai 3 ai 9 anni, è quella di raddoppiare l'età e di aggiungervi 8. Ad esempio, per un bimbo di 6 anni, 12 (cioè il doppio della sua età) + 8 = 20 . All'età di 10-12 anni il peso aumenta più nelle femmine, in relazione alla loro maggior precocità puberale, per prevalere dopo i 15 anni ancora nel sesso maschile. Per entrambi i sessi un il peso ha un aumento notevole nel periodo adolescenziale per stabilizzarsi poi attorno ai 18-20 anni.
La statura - particolarmente intenso e non eguagliato in nessuna altra età è il ritmo di crescita del primo anno di vita. Nei primi 2 mesi,infatti, il bambino cresce di circa 1 centimetro per settimana. Alla fine del primo anno, la statura è aumentata di circa 20-22 centimetri e di 32-34 centimetri ai 24 mesi di vita. L' incremento staturale successivo avviene in modo che la statura alla nascita venga raddoppiata a 4 anni e triplicata a 13 anni di vita. L'aumento staturale prima della pubertà è più precoce nelle femmine e l'arresto della crescita in altezza si registra ,in genere, tra i 16 e i 18 anni nelle femmine e tra i 20 e i 22 anni nei maschi. Dalla statura di un soggetto all'età di 3 anni, si può, con discreta approssimazione, prevedere l'altezza definitiva, applicando tale formula:
altezza finale maschi =  1,27 x altezza a 3 anni (cm) + 54,9
altezza finale femmine =  1,20 x altezza a 3 anni (cm) + 42,3
La circonferenza cranica - la misurazione della circonferenza del cranio alla nascita è di 34-36 cm. e aumenta di 6 cm. nel primo quadrimestre. Alla fine del primo anno la circonferenza cranica è di 46-47 cm, a 2 anni di 48-49 cm, a 3 anni di 49-50 cm e alla fine della crescita raggiunge i 55-58 cm. con prevalenza nel sesso maschile.
Questi dati che sono stati descritti rappresentano parametri di normalità, ma vengono influenzati da molteplici fattori intrinseci (come la razza, la familiarità e fattori genetici in genere) e da fattori estrinseci (come l'alimentazione, l'attività sportiva, fattori socioeconomici ed eventuali eventi morbosi). In particolare è opportuno fare riferimento a tabelle di crescita o morfogrammi specifici che possono più precisamente dare una indicazione della appropriatezza di accrescimento del bambino in esame nel momento particolare.

ARTICOLI CORRELATI

  • Il ciuccio dei neonati: toglierlo o non toglierlo?

    I bambini, chi più, chi meno hanno bisogno di succhiare qualcosa: meglio un ciuccio, un succhiotto di gomma o silicone che il dito

    Leggi
  • Qual è l'evoluzione del bambino nei primi tre mesi?

    Sono passati circa ventotto giorni da quando abbiamo avuto le ultime mestruazioni, non sappiamo ancora, probabilmente, che una nuova vita sta arrivando.

    Leggi

Inserisci parola chiave: