Club Pampers Accedi
test

La scoliosi idiopatica infantile nei bambini

Quali sono le cure, le terapie ed i rimedi, e sopratutto quali le conseguenze e le evoluzioni della scoliosi nei bimbi?

A cura del pediatra Paoloni

La scoliosi è una patologia della colonna vertebrale nella quale i corpi delle vertebre, le ossa che formano la colonna, subiscono uno spostamento rispetto alla normale posizione nello spazio. In particolare i corpi vertebrali: si spostano lateralmente, conferendo alla colonna vertebrale il tipico aspetto curvato o ad “S”; ruotano su se stessi; si inclinano lateralmente ed in senso antero-posteriore.
La scoliosi idiopatica è tipicamente una patologia dell’adolescenza, insorgendo in genere con la pubertà e progredendo gradualmente fino alla completa maturità ossea.
Esistono, tuttavia, delle forme di scoliosi atipiche, che iniziano nella primissima infanzia, da bambini, e che vengono classificate come scoliosi infantili o ad insorgenza precoce.
Tipicamente, si manifestano con la presenza di un’asimmetria rilevabile a livello della schiena, con uno dei due lati del corpo più prominente dell’altro, soprattutto a livello del torace (il cosiddetto gibbo). Le scoliosi dei bimbi, al contrario di quelle dell’adolescenza, si manifestano più frequentemente nei maschi e comportano un gibbo toracico sinistro. Altra caratteristica tipica di queste forme di scoliosi è che in una percentuale elevata di casi hanno una risoluzione spontanea, non determinando quindi una deformità permanente della colonna. Tuttavia la “storia naturale” della scoliosi infantile, ovvero la sua evoluzione spontanea in assenza di alcun trattamento o cura, non è nota.
Questo perché ovviamente nessuna scoliosi infantile viene lasciata senza alcuna terapia. La cura tramite trattamento prevede quotidiane sedute di fisioterapia ed, eventualmente, l’uso di un corsetto ortopedico per contenere la curvatura della colonna vertebrale.
Naturalmente la scelta del trattamento non può mai prescindere da un’attenta valutazione specialistica da parte del fisiatra o dell’ortopedico pediatrico che controlleranno il bambino ad intervalli regolari con visite e, se necessario, con l’ausilio di radiografie della colonna vertebrale.

ARTICOLI CORRELATI

  • Cinque cose che (forse) non sai sull’appetito dei bambini

    Leggi
  • La bronchiolite

    La bronchiolite è un disturbo che colpisce i neonati. E' causata anche dal semplice virus del raffreddore per via delle deboli difese immunitarie e dalla iperea...

    Leggi

Inserisci parola chiave: