Icona Ricerca
Icona utente
Club Pampers Accedi
test

Occhi che lacrimano sempre nei bambini

Spesso i genitori dei neonati si preoccupano perché uno o entrambi gli occhi dei loro bambini sembrano sempre “cisposi” (cioè un po' sporchi) e lacrimano tantissimo.

A cura del pediatra Dott. Vincenzo Calia

Spesso i genitori dei neonati si preoccupano perché uno o entrambi gli occhi dei loro bambini sembrano sempre “cisposi” (cioè un po' sporchi) e lacrimano tantissimo. Capita che questo disturbo sia scambiato per congiuntivite (cioè per infiammazione della sottile membrana trasparente che riveste gli occhi e le palpebre) e che venga “curato” con colliri o pomate antibiotici. In realtà si tratta di una delle piccole imperfezioni con cui spesso si nasce.

I nostri occhi sono sempre umidi perché bagnati dalle lacrime che si producono continuamente all'interno di minuscole ghiandolette (le ghiandole lacrimali). Le lacrime in eccesso, attraverso un minuscolo tubicino (dotto lacrimale) vanno a finire nel naso, contribuendo a tenerlo umido.

Ma nei neonati questo tubicino può essere parzialmente chiuso e perciò una parte delle lacrime, invece di finire nel naso, traboccano fuori dalle palpebre e si seccano sulla pelle (sono queste le piccole “cispe” che vediamo).

Se non vengono rimosse, queste lacrime secche che ristagnano, possono dare fastidio e persino infettarsi; perciò è meglio tenere gli occhietti puliti. Basta lavarli con l'acqua corrente e asciugarli.

Per facilitare l'apertura dei dotti lacrimali conviene fare ogni tanto dei delicati massaggi nell'angolo interno degli occhi, per spremere le lacrime e mandarle nel naso.

Ci vogliono spesso mesi perché questa piccola imperfezione sparisca; solo rarissimamente c'è la necessità di sentire un oculista e di fare un piccolo intervento chirurgico per aprire il condotto ostruito.

ARTICOLI CORRELATI

  • Cinque cose che (forse) non sai sul raffreddore e bambini

    Leggi
  • La bambina ha piccole perdite dalla vagina

    Se notate delle piccole perdite nelle vostre bambine non c'è molto da preoccuparsi: a volte si tratta di infiammazioni facilmente curabili.

    Leggi

Inserisci parola chiave: