test

Perché al bimbo fa male il gomito?

Se il bambino ha male al gomito probabilmente siamo di fronte all "pronazione dolorosa"' del gomito, cioè la lussazione della parte alta dell'osso del radio rispetto all'ulna, le due ossa dell'avambraccio.

A cura del pediatra Paoloni

Il tuo bimbo ha forte dolore a l gomito? Forse siamo in presenza della pronazione dolorosa del gomito. Per “pronazione dolorosa”’ del gomito si intende la lussazione della parte alta dell’osso del radio (il capitello radiale) rispetto all’ulna. Radio ed ulna sono le due ossa dell’avambraccio. Esse si articolano fra di loro nella parte alta del gomito attraverso un legamento, il legamento anulare, che circonda il radio permettendo di farlo ruotare e consentendo, così, il movimento di rotazione dell’avambraccio sul braccio. Quando il capitello radiale fuoriesce dal legamento anulare perdendo contatto con l’ulna, si determina la lussazione.
Estremamente frequente nel bambino, è dovuta a tutte quelle condizioni che stirano l’avambraccio e contemporaneamente lo ruotano all’interno (movimento di pronazione). Il meccanismo che più frequentemente la determina, dunque, è lo strattonamento da parte del genitore o dell’adulto che trattiene il bambino per il braccio, nel tentativo, ad esempio,  di impedirne una caduta mentre camminano mano nella mano.
Il sintomo principale, come dice il nome stesso, è rappresentato dal dolore acuto che il bambino avverte non appena l’episodio si verifica, associato all’impossibilità a muovere il gomito. Il problema, di per sé, è tuttavia di facile risoluzione attraverso una manovra di riduzione che viene compiuta dall’ortopedico o dal pediatra. Una volta che l’articolazione viene riposizionata, il bambino rimuoverà immediatamente il braccio in maniera corretta. Sebbene la funzionalità del gomito dopo l’episodio non sia in genere compromessa, la pronazione dolorosa può tendere a ripresentarsi in futuro con più facilità dopo il primo episodio. Dopo una prima fuoriuscita della testa del radio, infatti, il legamento anulare può indebolirsi o sfiancarsi, risultando quindi meno efficace nel mantenere l’articolazione in sede.
Naturalmente, di fronte al minimo sospetto di lussazione dolorosa, sarà necessario rivolgersi al proprio pediatra o ad un ortopedico, per verificare la diagnosi ed, eventualmente, ripristinare il normale rapporto fra radio ed ulna.
Particolare attenzione va posta nell’eseguire alcuni movimenti che possono favorire l’uscita del capitello radiale dal legamento anulare: evitare di sollevare il bambino per le manine; evitare di strattonarlo bruscamente per impedirgli una caduta, ma piuttosto cercare sempre di accompagnare il movimento con il proprio braccio.

ARTICOLI CORRELATI

  • Testa piatta nei neonati, cosa fare?

    La testa piatta nei neonati è un'imperfezione dovuta alla posizione del bambino nella culla. E' un difetto che si corregge con la crescita e non è necessario co...

    Leggi
  • Cosa fare se il bambino ha il piede piatto?

    Il piede piatto è sicuramente una delle affezioni più frequenti nel bambino ed è anche una di quelle che causa il maggior numero di preoccupazioni!

    Leggi

Inserisci parola chiave: