BENVENUTA NELLA 18°
SETTIMANA DI GRAVIDANZA

Sei nel pieno del tuo quinto mese di dolce attesa! I movimenti del bambino iniziano a essere più consistenti e tu avverti la sua presenza dentro di te: i suoi calcetti sono il primo vero contatto tra voi due.

Scarica il diario della gravidanza

COSA SUCCEDE IN QUESTA SETTIMANA?

Guarda il video

COME CRESCE IL TUO BAMBINO

IL TUO BIMBO
È GRANDE COME…

Questa settimana è molto importante per lo sviluppo del sistema nervoso del feto. I suoi minuscoli nervi sono ricoperti da uno strato protettivo, la guaina mielinica, che aiuta gli impulsi nervosi a viaggiare più velocemente da un neurone all’altro e che continuerà a evolversi fino a un anno dopo la nascita. I suoi nervi adesso creano delle connessioni più complesse, mentre il cervello si specializza ulteriormente nell’inviare segnali ai sensi dell’udito, del tatto, dell’olfatto, della vista e del gusto. I grammi del feto sono 200 e la sua lunghezza è di 14 centimetri. Quanto cresce!

Sei in attesa di due meravigliosi gemelli? In questo momento una membrana sottile e trasparente separa i due feti. Nonostante questa divisione e nonostante i loro occhi continuino a rimanere chiusi, molte ricerche sostengono che in questa fase i feti gemelli siano già in grado di percepirsi a vicenda, non è stupendo?

L’apparato uditivo ora è molto sensibile: le orecchie cominciano a sporgere dalla testa e il tuo bambino reagisce ai suoni alti e improvvisi. Approfittane per parlare con lui, inizierà a sentire la tua voce e quella del tuo partner riconoscendole come familiari. Quando sei a casa fagli ascoltare musica in grado di rilassare sia te sia lui, contribuirà alla sua tranquillità e tu ti sentirai più serena! I movimenti del feto, inoltre, diventano realmente percepibili: inizierai ad avvertire sempre di più la sua emozionante presenza.

COSA STA CAMBIANDO IN TE

Il tuo bambino inizia a far percepire sempre di più la sua presenza e tu prendi maggiore consapevolezza della magia che stai vivendo.

IL TUO BIMBO
A 18 SETTIMANE


Se soffri di fragilità capillare, in questa diciottesima settimana di gravidanza potresti incappare in un fastidioso sintomo: le emorroidi, ovvero piccole dilatazioni delle vene dell’ano che possono comparire o peggiorare proprio quando sei in dolce attesa. L’alterazione dei livelli di progesterone e l’aumento di peso, infatti, potrebbero provocare un rilassamento delle pareti venose: adesso i vasi sanguigni tendono a dilatarsi più facilmente. Per alleviare il fastidio fai lavaggi con acqua tiepida ed evita invece sciacqui troppo caldi o freddi. Queste temperature contribuiscono alla vasodilatazione e all’afflusso di sangue.

Ti è capitato qualche cedimento improvviso alle ginocchia o di inciampare? Non preoccuparti, in questa fase tutte le articolazioni e i legamenti stanno diventando meno solidi e questa debolezza è del tutto normale. Anche il bacino, che si sta leggermente dilatando, potrebbe provocarti qualche fastidio all’osso del pube. Cerca sempre di mantenere una postura corretta: usa schienali rigidi e metti un cuscino dietro la schiena quando ti siedi, anche quando sei in macchina.

Con l’aumento di volume dell’addome potresti soffrire di bruciore di stomaco. Il segreto per arginare questo fastidio risiede soprattutto nell’alimentazione. Innanzitutto, prima di mangiare, bevi uno o due sorsi di acqua calda, preparando lo stomaco alla digestione, mangia poco e spesso: dopo un pasto abbondante la pressione del cibo sullo stomaco è troppo forte. Evita i grassi e riduci il consumo di dolci e caffè che provocano acidità. Un rimedio della nonna? Prova a masticare lentamente mezza patate lessa oppure una carota cruda, neutralizzerai l’acidità in modo naturale.

Durante la diciottesima settimana il tuo bambino percepisce in maniera chiara i suoni dell’esterno. È un’ottima occasione per iniziare a fargli sentire la tua presenza! Quando rientri a casa dal lavoro siediti accanto alla tua compagna e sussurra al pancione le tue emozioni, inizierà a riconoscere la tua voce. E se parlare al pancione ti sembra strano, puoi provare a leggergli un libro.
Approfittane la sera prima di metterti a letto: leggigli qualche riga del tuo libro preferito oppure una poesia o una fiaba che hai particolarmente amato quando eri piccolo. Dedicare qualche minuto della giornata a questo rito favorisce il relax della tua compagna, crea nel piccolo familiarità con la tua voce e rafforza la vostra intimità in questo momento speciale.

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Dalla 14° alla 19° settimana puoi eseguire un esame che analizza la glicemia. L’esame, chiamato “Minicurva da carico di glucosio”, consiste nel dosaggio della glicemia a digiuno e dopo un’ora dall’assunzione di una soluzione di 75 g di glucosio.


PROMEMORIA

Minicurva da carico di glucosio

Toxo-test con dosaggio IgG-IgM

Aggiungi al tuo calendario

Scegli una data utile NELLA QUALE POTRESTI effettuare gli esami:

Aggiungi al tuo calendario

SCOPRI ANCHE…

A TUTTO… CALCIO

Il calcio è il principale minerale che costituisce la struttura scheletrica del feto: per questo in gravidanza il suo fabbisogno raddoppia. Ma non preoccuparti, non è necessario ricorrere a integratori, basterà assumerne 1200 mg al giorno. Una tazza di latte parzialmente scremato, uno yogurt e una spolverata di formaggio sulla pasta, accompagnati da una dieta ricca di frutta e verdura, saranno perfettamente in grado di soddisfare il tuo bisogno quotidiano di calcio.
Ricorda che se sei intollerante al lattosio, anche il latte senza lattosio può garantirti lo stesso apporto di calcio di una normale tazza di latte.
E non dimenticare di bere almeno 2 litri di acqua ricca di calcio ogni giorno!

DORMIRE IN GRAVIDANZA

Mixa la tempesta ormonale al continuo stimolo a urinare, aggiungici un po’ di sano nervosismo pre-maternità e una pancia sempre più pesante: ecco gli ingredienti perfetti per non riuscire a dormire durante la gravidanza.
Anche i movimenti del bambino che si accentuano proprio quando ti metti a letto non agevolano il tuo sonno
.

Per dormire meglio e più comoda in gravidanza: metti un cuscino sotto il ginocchio esterno, terrai il bacino più rilassato e agevolerai la respirazione. E vedrai che il tuo riposo ne gioverà!

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Inserisci parola chiave: