BENVENUTA NELLA 19°
SETTIMANA DI GRAVIDANZA

Le emozioni per la nuova vita in arrivo sono sempre più tangibili: senti il suo battito cardiaco, i suoi calcetti. Insomma, la sua presenza è reale! E adesso il tuo bambino ha iniziato anche a sognare… che meraviglia!

Scarica il diario della gravidanza

COSA SUCCEDE IN QUESTA SETTIMANA?

Guarda il video

COME CRESCE IL TUO BAMBINO

IL TUO BIMBO
È GRANDE COME...

Quando nascerà il tuo piccolino ti sembrerà come avvolto da un burro cremoso. Si tratta della vernice caseosa, una “crema” densa prodotta dall’organismo per proteggere la sua pelle immersa nel liquido amniotico e che compare proprio in questo periodo per poi riassorbirsi. I bambini che nascono prematuri, infatti, ne sono completamente ricoperti, mentre quelli che vengono al mondo allo scadere dei nove mesi la presentano solo in alcune zone del corpo, come la schiena e la testa. Composta da grassi, protidi e vitamine, ha anche il compito di evitare la dispersione di calore nelle prime ore di vita: se non viene rimossa dopo la nascita, si riassorbe da sola nei due giorni successivi al parto.

Nel secondo trimestre il tuo bimbo inizia a sognare! Nel pancione il feto trascorre circa 20 ore al giorno dormendo e per il 50% si tratta di sonno REM, la fase nella quale si sogna. Il sonno REM è legato a un'intensa attività cerebrale fondamentale per la crescita psichica. I suoi sogni sono legati alle sensazioni che percepisce attraverso di te: il tuo battito cardiaco, il tuo respiro, la tua voce, le stimolazioni provenienti dalla cavità uterina. Insomma, sei fondamentale anche per i suoi sogni!

Durante la 19° settimana il feto cresce tantissimo. Il peso del bambino è di 230 grammi e la sua lunghezza è di circa 15 centimetri. Le femminucce hanno già una cospicua riserva di follicoli ovarici, intorno ai 6 milioni. Il sistema immunitario comincia ad assumere la sua fisionomia definitiva con l'apparizione dei primi globuli bianchi. I genitali esterni sono ben visibili con l’ecografia, a meno che il feto non si trovi in una posizione che ne rende difficile l’individuazione. Anche le camere cardiache sono ormai ben visibili e puoi sentire in modo nitido il suo battito cardiaco.

COSA STA CAMBIANDO IN TE

Il tuo peso dall’inizio della gravidanza è aumentato di circa 5 kg. Nulla in confronto a quanto sta crescendo il tuo entusiasmo!

IL TUO BIMBO
A 19 SETTIMANE


Il tuo viso è così luminoso che puoi anche evitare di truccarti e resti bellissima! La maggiore irrorazione sanguigna e l’aumento del ricambio cellulare ti regalano in gravidanza una pelle giovane, idratata e dal colorito roseo. Ricorda, però, che in questo momento la tua cute è anche più sensibile: idratala quotidianamente applicando un siero a base di acido ialuronico che trattiene l’acqua naturalmente presente. E se ti esponi al sole utilizza sempre creme protettive per prevenire la comparsa del cloasma, piccole macchie scure che compaiono sul viso a causa dell’incremento di produzione di melanina.

L’emicrania è uno dei sintomi più frequenti in questa diciannovesima settimana di gravidanza. Ricorda che riposare è fondamentale, per cui quando senti che il mal di testa sta per arrivare concediti un pisolino. Non saltare mai i pasti ed evita caffè e cioccolata. Lo stress, inoltre, è un ottimo alleato dell’emicrania: la paura del parto e le preoccupazioni per tutte le novità che ti aspettano sono del tutto naturali in questo periodo. Impegnati a dedicare un po’ di tempo ogni giorno a qualcosa che ti rilassa davvero: una passeggiata, un bagno caldo, una nuotata, la lettura di un buon libro sono tutte attività che permettono alla tua mente di liberarsi dai pensieri negativi.

Hai mai sentito parlare di dispnea? Si tratta di una difficoltà respiratoria, letteralmente “fame d’aria”, che potrebbe comparire in questo periodo facendoti sentire un po’ di fatica nel respirare o una sensazione di soffocamento. Potrebbe essere causata dalla dislocazione degli organi interni che comprimono il diaframma oppure dall’anemia che spesso compare in gravidanza. Ma stai tranquilla, se il numero di globuli rossi e il valore dell’emoglobina non si abbassa troppo, l’anemia non è preoccupante! Per prevenirla integra nella tua dieta cibi ricchi di ferro e acido folico: legumi e spinaci ne sono ricchissimi.

Stai vivendo questo incredibile cammino verso il parto insieme alla tua compagna e vorresti sentirti pienamente preparato al ruolo che ti aspetta. Ricorda che non esistono regole per diventare un buon genitore, ma in questo momento potrebbe esserti utile qualche lettura che non solo allevia le tue ansie ma che, con un po’ d’ironia e tanti consigli, ti introduce nel meraviglioso mondo dei papà.

Tra i libri che potresti scegliere ci sono: “Il papà incinto” di Jack Heinowitz che ti aiuterà a rielaborare con la tua compagna le sensazioni che state provando in questa fase; “I papà vengono da Marte, le mamme da Venere” che ti supporterà nella ricerca di un nuovo equilibrio nella coppia con l’arrivo del tuo bambino; “Mi è nato un papà” per approfondire cosa succede nella mente e nel cuore di un uomo quando sta per diventare padre. Buona lettura!

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

È questo il momento della seconda visita ginecologica più importante della gravidanza: quella in cui eseguirai l’ecografia morfologica. Puoi farla tra la 19° e la 21° settimana ed è fondamentale perché analizza nel dettaglio l'anatomia del feto esaminando tutti i suoi organi.


PROMEMORIA

Ecografia morfologica

Esame chimico fisico e microscopico delle urine

Aggiungi al tuo calendario

Scegli una data utile NELLA QUALE POTRESTI effettuare gli esami:

Aggiungi al tuo calendario

SCOPRI ANCHE...

IL PARTO IN ACQUA

Probabilmente, se potessi esprimere un desiderio, vorresti provare meno dolore possibile durante il parto. Alcuni studi hanno rivelato che partorire in acqua allevia i dolori: è dimostrato infatti che la richiesta di anestesia epidurale diminuisca tra le donne che scelgono questo approccio. Durante il travaglio nella vasca, di solito alta 70 cm e colma di acqua calda, sei completamente libera di muoverti a tuo piacimento, di stare accovacciata, di galleggiare, di alzarti, ma anche di uscire e rientrare dall’acqua quando vuoi.

Ed è proprio questa piena libertà di movimento a renderti più rilassata e a farti avere un maggior controllo di ciò che sta accadendo. Sentirti tranquilla e pienamente cosciente della situazione ti aiuta proprio a percepire meno dolore. E, se lo desideri, puoi condividere questo momento con il tuo partner facendolo entrare in acqua!

CORSO PREPARTO? SÌ!

In questa diciannovesima settimana potresti iniziare a domandarti se sia il caso o meno di iscriverti a un corso preparto. Se sei alla tua prima gravidanza, frequentarne uno ti aiuterà a ricevere informazioni utili da parte di specialisti. Inoltre, avrai la possibilità di confortarti con altre donne in dolce attesa per condividere la tua esperienza e avvicinarti al parto in maniera più preparata e fiduciosa.

Vuoi sapere di più sul confronto tra mamme in gravidanza? La nostra psicologa te lo spiega
.

Leggi l’articolo

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Inserisci parola chiave: