BENVENUTA NELLA 21°
SETTIMANA DI GRAVIDANZA

Sei ormai giunta oltre la metà della gravidanza: in questo quinto mese l’attività del feto diventa più intensa e lo sentirai scalciare più spesso. Tieni sotto controllo la pressione.

Scarica il diario della gravidanza

COSA SUCCEDE IN QUESTA SETTIMANA?

Guarda il video

COME CRESCE IL TUO BAMBINO

IL TUO BIMBO
È GRANDE COME…

Sei nel pieno del secondo trimestre: il peso del feto è di circa 320gr, dalla testa ai piedi è lungo circa 26 cm ed è grande più o meno come una melagrana.

È proprio in questo trimestre, durante il quinto mese di gravidanza, che le ciglia e le sopracciglia del tuo bimbo iniziano a definirsi.
Avrà le ciglia lunghe lunghe o le sopracciglia folte e scure?
Manca ancora qualche mese e potrai finalmente scoprirlo!

La ventunesima settimana di gravidanza rappresenta anche il momento importantissimo in cui il midollo osseo, un tessuto molle che occupa i canali delle ossa lunghe e la fascia centrale delle ossa piatte, si sostituisce al fegato e alla milza nella produzione delle cellule del sangue.
Globuli rossi, piastrine e la maggior parte dei leucociti sono infatti prodotti proprio nel midollo osseo.

In questo periodo l’attività del feto diventa più intensa e i suoi movimenti sono percepibili.
Sapevi che alcuni studi dimostrano che i bambini molto attivi in utero saranno vivaci anche durante l’infanzia? La regola generale – che sembra valere particolarmente per i maschietti - è che un feto molto attivo sarà un bimbo più socievole e predisposto al gioco.


Vuoi sapere di più sul secondo trimestre di gravidanza?
Il nostro fisiatra te lo spiega.

Leggi l’articolo

COSA STA CAMBIANDO IN TE

Il tuo aumento di peso ponderale dall’inizio della gravidanza è di circa 6 kg. Adesso la libido torna a fare capolino tra i tuoi desideri.

IL TUO BIMBO
A 21 SETTIMANE


In questa 21° settimana di gravidanza il desiderio d’intimità potrebbe tornare alto. È un effetto piuttosto tipico del secondo trimestre e puoi approfittarne senza paura di controindicazioni. L’aumento dell’irrorazione sanguigna in tutti i tessuti, inoltre, ti rende più sensibile alle stimolazioni: un regalo della gravidanza tutto da godere!

Lo abbiamo ripetuto sin dal primo trimestre: l’idratazione in gravidanza è fondamentale. Nel corso del quinto mese, in particolare, bere molto non solo aumenta il volume del sangue circolante, ma serve soprattutto a prevenire le cistiti, che ora rischiano di fare capolino più spesso.
 Per prevenire o alleviare i sintomi di questa fastidiosa infezione delle vie urinarie, scegli alimenti che hanno effetti positivi su infiammazione o bruciore, come carote, spinaci, kiwi e ribes, tendendo sotto controllo l’utilizzo del sale.

Anche gli integratori a base di mirtillo rosso sono degli alleati ideali.

Leva il medico di torno! Nel secondo trimestre di gravidanza il controllo della pressione dovrebbe diventare più frequente. Una pressione alta in gravidanza, anche chiamata “ipertensione gestionale”, può infatti influire sul benessere di mamma e bimbo. Attenzione anche a cefalea, disturbi visivi, nausea e vomito: potrebbe trattarsi di “gestosi”, una condizione che si sviluppa in genere dopo la 20° settimana di gravidanza ed è correlata all’aumento della pressione sanguigna e delle proteine nelle urine della mamma. Mal di schiena, pancia “dura” e aumento della sudorazione sono altri due possibili sintomi di questa fase. Quest’ultimo, in particolare è determinato dell'accelerazione del tuo metabolismo, che ora produce più calore.

Caro papà, hai già parlato con la tua compagna dei corsi preparto?
Se non avete ancora affrontato l’argomento, potreste iniziare a pensarci ora.

Quasi sempre, il ginecologo consiglia alle future mamme di seguirne uno, sebbene non sia obbligatorio. In genere, il corso si prenota alla fine del terzo mese di gestazione e si svolge a partire dalla 27° o 28° settimana di gravidanza. Le opzioni disponibili sono diverse: potreste frequentarlo in un consultorio o in uno studio privato o optare invece per un ospedale o una clinica, magari la stessa dove avete deciso di far nascere vostro figlio.

Vuoi saperne di più?

Leggi “Tips & Tricks” della 19° settimana di gravidanza

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Se dai precedenti esami ematochimici il Toxo-test è risultato negativo, dovrai ripeterlo ogni mese.
La 21° settimana di gravidanza, se non l’hai già effettuata, rappresenta anche il momento perfetto per fare l’ecografia morfologica, che serve a valutare lo sviluppo del feto e a ricercare l’eventuale presenza di malformazioni.


PROMEMORIA

Toxo-test, qualora sia risultato negativo nei precedenti esami

Ecografia morfologica

Aggiungi al tuo calendario

Scegli una data utile NELLA QUALE POTRESTI effettuare gli esami:

Aggiungi al tuo calendario

SCOPRI ANCHE...

IL PARTO CESAREO

Arrivata al quinto mese, ormai oltre metà gravidanza, avrai già sentito parlare del parto cesareo. 
Ma sai davvero di cosa si tratta?
Il taglio cesareo è un intervento chirurgico che si esegue solo se davvero necessario, in presenza di alcune condizioni mediche specifiche.
Ad esempio, se il feto si presenta al termine di gravidanza con le natiche invece che con la testa e le manovre di “rivolgimento” non riescono o non si possono tentare.
Il cesareo non è invece sempre obbligatorio qualora il travaglio inizi prima del termine della gravidanza: sarà premura del medico valutare il singolo caso e scegliere quale parto sia il più adatto.
Se stai valutando in quale struttura far nascere il tuo piccolo, opta per una che ti garantisca l’accesso alla sala operatoria in caso di necessità di un intervento d’urgenza.

UN BAVAGLINO MOLTO SPECIALE

Per la 21° settimana di gravidanza ti suggeriamo un’attività divertente in cui forse non ti sei mai cimentata: realizzare un bavaglino ricamato per il tuo bebè!
I soggetti da ricamare sono infiniti: fiori, frutti e, se l’hai già scelto, anche il nome di tuo figlio! Per rendere il tutto ancora più facile, puoi acquistare dei ricalchi per ricamo e un telaio che ti servirà per tendere il tessuto del bavaglino mentre ti diletti con ago e filo. Le tecniche che puoi usare sono tante, ma se sei alle prime armi ti consigliamo il punto croce.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Inserisci parola chiave: