BENVENUTA NELLA 22°
SETTIMANA DI GRAVIDANZA

Sei oltre la metà del secondo trimestre: il tuo bambino si prepara alla vita fuori dal pancione. Stai già fantasticando sul colore dei suoi occhi? È proprio adesso che l’iride inizia a definirsi.

Scarica il diario della gravidanza

COSA SUCCEDE IN QUESTA SETTIMANA?

Guarda il video

COME CRESCE IL TUO BAMBINO

IL TUO BIMBO
È GRANDE COME…

Il tuo bambino cresce alla velocità della luce: adesso è lungo circa 27 centimetri e pesa intorno ai 380 grammi. La sua pelle è rugosa, sembra quasi una piccola lucertolina: la produzione del grasso sottocutaneo è ancora all’inizio e questo rende la sua pelle ancora un po’ raggrinzita. Adesso è ancora ricoperto dalla vernice caseosa che lo protegge dal liquido amniotico in cui è immerso, ma tra qualche settimana comincerà a liberarsi di questa crema densa da cui è cosparso per prepararsi alla vita fuori dal pancione.

Nella ventiduesima settimana di gravidanza il fegato del tuo bambino inizia a produrre gli enzimi necessari a metabolizzare la bilirubina, il risultato della rottura dei globuli rossi che adesso hanno un ricambio velocissimo. La metabolizzazione della bilirubina sarà un processo fondamentale anche quando il tuo bimbo sarà nato: se la quantità di bilirubina circolante nel sangue supera i 3 milligrammi per decilitro, il fegato fa fatica a smaltirla e al neonato potrebbe comparire un po’ di ittero. Ma non ti preoccupare, solitamente sparisce con semplici trattamenti di fototerapia: esponendo cioè il bambino a raggi luminosi di specifiche lampade.

In questo momento gli occhi del tuo bambino e le labbra sono ben delineati. L’iride invece non è ben definita e gli occhi sono ancora chiusi, ma a breve acquisteranno il colore e la tonalità che vedrai quando nascerà. Ricorda però che il colore degli occhi potrebbe cambiare anche parecchio tempo dopo la nascita: potresti vederli azzurri quando lo stringerai per la prima volta tra le braccia e dopo qualche mese potrebbero diventare verdi o castani.

COSA STA CAMBIANDO IN TE

Il tuo pancione continua a crescere: dall’inizio della gravidanza il tuo peso è aumentato di circa 6,5 kg.

IL TUO BIMBO
A 22 SETTIMANE


In questo periodo la tua schiena potrebbe inarcarsi a causa dell’aumento di volume dell’addome, che ti porta a spingere indietro il busto. Se però il peso del pancione inizia a gravare troppo sulla colonna vertebrale, potresti iniziare a soffrire di un po’ di mal di schiena da lordosi lombare. È normale avere un po’ di mal di schiena in gravidanza, ricorda di non trascorrere mai troppo tempo in piedi e quando stai seduta utilizza un cuscino che ti sostenga la schiena. Devi fare in modo che tutta la colonna abbia sempre un appoggio in modo da non sottoporre la muscolatura a tensione.

Vuoi scoprire di più sulla lombalgia in gravidanza?
Il nostro pediatra te la spiega.

Leggi l’articolo

In questa ventiduesima settimana anche il tuo ombelico è destinato a qualche trasformazione: inizialmente tenderà ad appiattirsi, poi a rigonfiarsi fino a sporgere fuori. Questo percorso avverrà gradualmente e in maniera del tutto naturale, senza provocarti alcun tipo di fastidio. Anche il colore può cambiare, potrebbe infatti diventare più scuro, quasi marroncino, ma subito dopo il parto tornerà alla normalità.

Durante la gravidanza il tuo seno è una delle parti del corpo più coinvolte in questa magica trasformazione: sta crescendo e si sta preparando al momento fondamentale dell’allattamento. Per questo potrebbe essere più sensibile a qualche fastidio: in particolare, a causa della distensione della pelle, potresti avvertire qualche prurito. In caso di seno sensibile in gravidanza, fai impacchi con acqua fredda e utilizza oli naturali per idratare questa zona, scegli bene anche i reggiseni, evitando accuratamente le fibre sintetiche.

L'intimità è fondamentale: non trascurare questo aspetto neanche adesso che la tua compagna è in dolce attesa. Puoi avvicinarti a lei senza il rischio di farle male in alcun modo: non c’è nessuna controindicazione per il sesso in gravidanza, a meno che non sia stato esplicitamente sconsigliato dal ginecologo. Probabilmente nei prossimi mesi il tuo bambino vi terrà così impegnati che vi capiterà di trascorrere meno tempo insieme: approfittane ora. Una relazione sana si riconosce anche dalla capacità di godere degli attimi di intimità. Coccolarsi, confidarsi, condividere esperienze: è così che creerà un’unione che manterrà solido il vostro rapporto anche quando il piccolino sarà nato!

Vuoi sapere di più sulla sessualità in gravidanza?
La nostra psicologa te la spiega.

Leggi l’articolo

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Se non hai ancora svolto l’esame delle urine e l’ecografia morfologica, ricorda che puoi eseguirle tra la diciannovesima e la ventitreesima settimana di gravidanza.


PROMEMORIA

Esame chimico fisico e microscopico delle urine

Ecografia morfologica

Aggiungi al tuo calendario

Scegli una data utile NELLA QUALE POTRESTI effettuare gli esami:

Aggiungi al tuo calendario

SCOPRI ANCHE...

STAMINALI, A TE LA SCELTA

Fino a qualche anno fa il cordone ombelicale veniva gettato via, trascurando completamente la sua importanza. Oggi invece la scelta sta a te. Il sangue del cordone contiene cellule staminali utilissime per curare molte malattie: puoi infatti decidere di dare il tuo consenso al prelievo del sangue del cordone dopo il parto. Come donare il cordone ombelicale? Oggi esistono nel mondo circa cinquanta banche che raccolgono queste cellule e le rendono disponibili per i trapianti.
La legge italiana prevede che, se decidi di effettuare il prelievo delle cellule staminali del cordone, puoi scegliere se donarle alla collettività presso una struttura pubblica, oppure conservarle a pagamento all’estero in una struttura privata e utilizzarle per conto tuo. Il prelievo è assolutamente privo di rischi per te e per il tuo bambino, pensaci.

LA GRAVIDANZA SUL GRANDE SCHERMO

Cosa c’è di meglio che trascorrere una serata sul divano accoccolata al tuo partner a guardare un bel film?

Ecco tre film sulla gravidanza da non perdere: “Senti chi parla”: la voce di Paolo Villaggio racconta la gravidanza e il parto dal punto di vista del neonato. “Junior” : Arnold Schwarzenegger porta avanti una gravidanza nel proprio corpo. “Che cosa aspettarsi quando si aspetta”: una commedia in cui cinque coppie si preparano al cambiamento che avverrà nelle loro vite con l’arrivo di un bambino. Da ognuna di loro si può imparare qualcosa!

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Inserisci parola chiave: